A Tricase la IX edizione di “Corde Magiche”

Quartet Gipsy

TRICASE (Lecce) – Corde Magiche ha avuto come protagonisti la chitarra e altri strumenti a corda di diversi stili e tradizioni musicali. Quest’anno si è voluto dare risalto a strumenti a corda della cultura popolare che spesso non coincidono con la chitarra, come il concerto finale del gruppo Rumeno Quartet Gipsy con il Cimbalon di Marian Serban (Taraf de Metropulitan). I concerti avranno luogo in Piazza di Don Tonino Bello nel centro storico di Tricase.

Programma:

26 agosto

ore 20.30

Mino Lacirignola Swing Quintet. Il progetto “L’ERA DELLO SWING” ci fa rivivere le atmosfere dello Swing con una formazione insolita per la presenza di 2 chitarre.

MINO LACIRIGNOLA – TROMBA/CORNETTA/FLICORNO -DINO PLASMATI – CHITARRA- MAX MONNO – CHITARRA- GIANLUCA RENZI – CONTRABBASSO -PATTY LOMUSCIO – VOCALIST.

Ore 22.00

“Il mio MERAVIGLIOSO MODUGNO” – Mike ZONNO Chitarra&Voce – Leo DI GIOIA Fisarmonica

Michele EMILIANO Bass – Piero DI BARI Percussioni

Questo tributo a Domenico Modugno nasce con lo scopo di lasciare nella mente e nei nostri cuori un ricordo che non lo identifichi soltanto come l’autore di “Volare”, ma anche come quel grande artista che come pochi ha saputo incidere la sua epoca con la passione forte e vera per la.

27 Agosto

Ore 20.30

Mario Insenga Blues Company – RACCONTI DI BLUES – Mario Insenga, Voce- Batteria – Ivano Capocciama. Testi e voce recitante – Emilio Quaglieri, Dobro – Corrado Retico, Chitarra – Francesco Citera, Fisarmonica

Il repertorio proposto in questo spettacolo è cucito insieme in un’unica narrazione che conduce nel mood delle storie metropolitane, al centro dei più classici brani del Blues. L’artefice di questo progetto è Mario Insenga, la cui attività di musicista-compositore è legata alla fondazione della Blue Stuff e alla collaborazione con Joe Sarnataro(Edoardo Bennato) e Renzo Arbore.

Ore 22.00

Canzoniere Piceno – Popularia – AngeloCicoria – oud – Argeo Polloni – voce, ghironda, saz, oud – Franco Leonardi – voce, tar, darbouka, tamburi – Giorgio Leonardi – voce, viella da gamba, cistern, oud
Roberto Lucanero – organo portativo

Il Canzoniere Piceno – Popularia nasce intorno alla metà degli anni ’70, prende il via dell’interesse per la passione politica e l’atmosfera culturale che si viveva in quegli anni con la diffusione dei canti ‘di lotta’ e la nascita dei ‘Canzonieri’. Un esempio di questo fermento è l’esperienza fatta al Folk Studio di Roma dell’indimenticato Cesaroni, dove ci siamo esibiti per due anni consecutivi incontrando personaggi del calibro di Giovanna Marini, Otello Profazio, Matteo Salvatore, il Canzoniere del Lazio di Brega e Giannattasio. Il Canzoniere ha rivolto la sua attenzione, oltre alla irrinunciabile conoscenza della musica trovadorica, a quelle forme più vicine alla musica popolare come le Cantigas de Santa Maria di Alfonso X El Sabio, il Laudario Cortonese, il Tropario Catanese, la musica Sefardita, le Karijas arabe, i Carmina Burana.

27 Agosto

Ore 20.30

INTRECCIper charango, chitarra e flauti etniciNICO BERARDI, charango, flauti etnici – MICHELE DAMMACCO, chitarre – FRANCESCO SALONNA, contrabbasso

“INTRECCI” è soprattutto un atto d’amore verso il charango, il più importante strumento a corde andino – tradizionalmente costruito con il guscio dell’armadillo – ma praticamente sconosciuto in Italia. Uno strumento che il M° Berardi adotta in chiave mediterranea e con personalissimo stile. Joropos, fandanghi, tarantelle, ma soprattutto le suggestive composizioni scritte dai due maestri espressamente per “INTRECCI” si susseguono in quadri sonori vari ed articolati in cui l’evoluzione tecnica e la maestria di due musicisti curiosi e sensibili dipingono un mondo d’arte e di armonia insospettabili.

Ore 22.00

QUARTET GIPSY – (Taraf of de Metropulitana) – MARIAN SERBAN (CYMBALOM) – MIHAI FLORIAN(FISARMONICA) – NICOLAE PETRE(CONTRABASSO) – GEORGE CIRIBLAN (CHITARRA)

La piu conosciuta formazione di virtuozi di violino,fisarmonica,cymbalom,contrabasso a 3 corde e altri strumenti, nel panorama della musica rom Rumena in Italia, catapultati dai matrimoni e dalle feste tradizionali e da Vallachia direttamente nel circuito dei festival e delle rassegne musicali nostrane. Repertorio melodie e balli tradizionali dal cuore dei Carpazi ma anche un gran numero di standard internazionali suonati “a la zingara” adattatissimi per animare e coinvolgere il pubblico di un concerto o per fare ballare e cantare tutti gli invitati di un matrimonio. Il gruppo vanta numerose e importanti collaborazioni con musicisti nazionali e star internazionali.

locandina

NO COMMENTS